L’autostima…che cos’è?

Oggigiorno, in diversi contesti, si sente spesso parlare di autostima…Ma cos’è esattamente? L’autostima è la valutazione che una persona dà di se stessa, e in quanto tale è un fattore dinamico, che evolve nel tempo e subisce variazioni anche notevoli nel corso della vita. Il nostro senso di autostima deriva da numerosi fattori: cognitivi, cioè l’insieme di conoscenze di una persona, la consapevolezza di sé e delle situazioni vissute; affettivi, che influenzano la sensibilità nel provare e riconoscere i sentimenti propri ed altrui; sociali, che condizionano l’appartenenza ad un gruppo, la possibilità di avere un’influenza sullo stesso e di ricevere o meno approvazione dai suoi componenti.

L’autostima non è quindi un concetto unitario, e può svilupparsi in differenti ambiti:

  • sociale: riguarda come ci sentiamo in relazione alla cerchia di amici, conoscenti e nel rapporto col partner
  • scolastico/lavorativo: riguarda quanto ci sentiamo sicuri in una determinata attività e i vantaggi che questo      comporta
  • familiare: è influenzata dalla sicurezza affettiva, che il bambino sviluppa a partire dal rapporto iniziale con la madre, e riguarda come sentiamo di essere valutati dai genitori e dalla famiglia
  • corporeo: è legata all’aspetto fisico e alle prestazioni fisiche.

Il senso di autostima si costruisce quindi a partire dalle relazioni reali che ogni persona costruisce nel proprio ambiente, ma anche da quelle interiorizzate e rielaborate nel proprio mondo interno, da quelle impressioni o immagini mentali che ciascuno si crea degli altri. Continua a leggere